quartilliche, madame

sono da Tono inserite nel suo ciclo di disegni sul Satyricon (v) di Petronio Arbitro (v), in qualità di figlie d’arte di Madama Quartilla (v), nel racconto originale sono definite baccanti.