Prato della Valle

Fra tutti i luoghi di Padova la grande piazza detta Prato della Valle, o semplicemente il Pra' per i padovani, è certo il luogo più amato da Tono, dove era solito passeggiare da solo e in compagnia, di giorno ma soprattutto di notte quando la piazza diventa magica e le statue che circondano l'isola centrale prendono vita e giocano con i padovani e le coppiette di morosi che si celano nell'oscurità creata dai grandi alberi.

Non si contano i fogli dedicati a questo soggetto, con visioni d'insieme presa dai quattro punti cardinali, con visioni delle costruzioni che delimitano il perimetro della piazza con particolare riferimento alla Basilica di santa Giustina o all'ingresso di corso Ummberto. Altre volte vengono presi dei particolari come il grande mercato che ancora si tiene al sabato mattina, o lo studio degli alberi che una volta ricoprivano tutta l'isola Memmia posta al centro della piazza, oggi miseramente nuda.

E ancora le statue ed i personaggi che vivono e amano in Pra' a cui è dedicata apposia scheda.