Orvieto

Tono si recò spesso ad Orvieto per visitare il Duomo ed il museo, ma alla cittadina dedicò solo pochi fogli, per lo più sotto forma di schizzi sui quaderni di appunti (v). (vedi anche Paesaggio)