Divina Commedia

Nel 1964 Tono Zancanaro riceve dall'editore Laterza di Bari l'incarico di illustrare una nuova edizione della Divina Commedia di Dante Alighieri. Tono si mette subito al lavoro e riempie di appunti (citazioni dantesche e studi) diversi quaderni, trasformati poi in circa 250 disegni suddivisi fra i tre canti e contraddistinti dal colore: china acquerellata per l'Inferno, linea pura a china bianca e/o nera su carta rossa o viola per il Purgatorio e china bianca e/o nera su carta azzurra per il Paradiso.

In questa raccolta sono presentati alcuni disegni di piccolo formato che si rifanno alle illustrazioni per la Divina Commedia.