6 litografie sulla storia del PCI

cartella PCINel 1974 viene chiesto a Tono Zancanaro di realizzare, su invito della Federazione Comunista di Ravenna, una cartella di litografie che illustri la storia del PCI, e Tono accetta con entusiasmo realizzando le sei litografie qui rappresentate, introdotte da un testo di Umberto Terracini, oltre che da una sua presentazione qui sotto riportata:

"È ovvio che queste sei litografie, illustrazione di episodi della storia e vita del Partito Comunista Italiano e anche se in un solo foglio due sono gli episodi illustrati e cioè Antonio Gramsci e l’assassinio di Eugenio Curiel. Non ho certo preteso di illustrare tutta la lunga vita del nostro Partito. Che semmai può trattarsi di una prima indicazione per quella storia del Partito, della vita del Partito che bisognerebbe, finalmente, affrontare. Un punto intanto vorrei mettere in evidenza a proposito di queste mie sei litografie che le ho pensate, e ho tentato di realizzarle tenendo conto che il Partito è composto di contadini e di operai per lo più, e con una grossa fetta di compagni che vengono dalla piccola e media borghesia è data da gente ancora semplice, non sofisticata, diciamo; perciò la presenza spesso dominante delle belle bandiere rosse, simbolo esaltante del Partito, del Comunismo, dell’idea che del comunismo l’umanità si fa e ha."