Neo Gibbo

il Ciclo del Neo Gibbo, formalmente molto diverso da quello del Gibbo, è delimitato nel tempo in maniera molto precisa agli inizi degli anni ’70. Nasce con la formula politica del centro-sinistra, l’accordo fra la Democrazia Cristiana (v) Partito Socialista Italiano, Partito Socialdemocratico Italiano e Partito Repubblicano Italiano per costruire un governo che isolasse il Partito Comunista. Tono vede in questa politica il pericolo di un rigurgito fascista (ecco perchè il nome di Neo Gibbo), ed alla sua maniera attacca politicamente, con l’arma del disegno, gli avversari politici, che vengono continuamente dissacrati: infatti nei disegni si trovano quasi sempre personaggi come Giuseppe Saragat, Pietro Nenni( v), Alcide De Gasperi (v). In altri fogli del ciclo ritorna un personaggio simile al Gibbo (v), ma in veste più ironica, e con collegamenti anche al ciclo dei Mostri Palagonesi (v), che fu l’ultimo grande ciclo satirico-politico di Tono.

Si veda come esempio l’illustrazione dove il bersaglio è Giuseppe Saragat, nel titolo definito "Giuseppa il Puro"

 Io Giuseppa il Puro ecc - Per Roma, china a tratto del 1961 <br /> dim. mm 352x268 - ASTZ 5558Io Giuseppa il Puro ecc - Per Roma,
china a tratto del 1961
dim. mm 352x268 - ASTZ 5558

 

Altri disegni del ciclo del NeoGibbo sono visibili nella sezione Opere / Satira Politica / NeoGibbo