Levana: il grande amore della vita

Il secondo grande amore di Tono prende il nome della dea LEVANA.

Una volta che Olga è scomparsa passano anni e alla fine degli anni ’40 Tono conosce line-height: 16pt; questa donna, moglie di un noto medico padovano del tempo. Siamo nel dopoguerra, nel paese si nota la ripresa e l’eros diventa un rinnovamento. Levana è stata definita “Creatura dagli occhi di farfalla”, ha sempre il pube fiorito, e rappresenta un po’ la rinascita, il ritrovato interesse per la vita.

Il rapporto con Levana durerà, fra alti e bassi, per tutta la vita di Tono fino alla morte dell’Artista nel 1985.

LEVANA è nome dello specchio, per sviare i sospetti del marito piuttosto geloso, e per nascondere il tutto a questo personaggio che non voleva nemmeno fosse raffigurata viene utilizzato  questo nome: LEVANA è una divinità minore dell’antica Roma, ed era la dea incaricata di badare al padre che sollevava il neonato appena nato per dedicarlo al cielo, e faceva attenzione a che non gli cadesse di mano.

LEVANA è vista da Tono non come una, ma molte: il personaggio ha molto spesso la testa reclinata, in un atteggiamento pensoso. In molte opere ci sono più di una LEVANA, ne esiste una in cui sono presenti oltre cento LEVANA: sempre la stessa figura ripetuta in atteggiamenti uguali o diversi, nella stessa posa o in pose diverse.

Spesso LEVANA, ha la testa in evidenza, il capo reclinato, gli occhi grandi sognanti. Le sue forme sono sempre morbide, sensuali.

Levana nasce alla fine della guerra, in lei Tono vede il futuro, la rinascita, la femminilità, l’eros nell’atteggiamento e nelle pose. Il pube è lavorato come un prato, il seno è florido, i capelli sono acconciati secondo la moda del tempo, il sedere invitante viene offerto: precede quello che sarà tipico di un’altra serie femminile.

La relazione con Levana è molto forte, non solo ha fatto dimenticare Olga, la sigla scaramantica “76” non comparirà più in nessun lavoro, ma soprattutto riuscirà a superare nel tempo i problemi dovuti alle relazioni di Tono con altre donne, e non solo.

 

Alcune immagini dedicate a Levana, iniziando con alcune formelle ed oggetti di ceramica:

a seguire una selezione di disegni dedicati a Levana: