Foscariane e Poppee

Nel 1975 Tono realizza scene e costumi per l’opera “L’incoronazione di Poppea” per il Teatro Comunale di Treviso, e due anni dopo sempre scene e costumi per “I 2 Foscari” per la Fenice di Venezia,

Poppea è personaggio femminile molto barocco, dove nonostante la grande elaborazione del lavoro il segno è sempre fluido, la figura femminile sempre molto pura, molto pulita. I copri capi, che spesso sono corone, sono pesanti. Per ogni foglio sono centinaia e centinaia di segni che vengono realizzati.

La Foscariana è stilisticamente affine alla Poppea, tanto che poi i due personaggi si fonderanno in uno solo e resterà il solo nome di Foscariana.

Di impianto bizantino per la ricchezza del disegno, Poppea ha spesso nei disegni l’appellativo di “Teucra Imperatrice”, derivante dall’origine divina della sua bellezza.

La Foscariana ha spesso l’appellativo di Apodionisiaca. per la sua bellezza. L’aggettivo nasce dalla fusione dei nomi di Apollo e Dioniso. Quindi la Foscariana è dedicata al dio della bellezza ed al dio del vino, dei culti orgiastici e misterici. In qualche caso la Foscariana è dedicata al dio Priapo, trasformandosi all’Arcimboldi in Foscariana Priapea.

Alcuni disegni dedicati alle Foscariane ed alle Poppee

Alcune litografie dedicate alle Foscariane ed alle Poppee