Eva, Adamo e il serpente

LA DIVINA COMMEDIA DI TONO ZANCANARO
POLO CULTURALE LE CLARISSE DI GROSSETO
DAL 29 APRILE AL 19 MAGGIO 2021

PURGATORIO, CANTO VIII, vv.97-102

Da quella parte onde non ha riparo
la picciola vallea, era una biscia,
forse qual diede ad Eva il cibo amaro.

Tra l'erba e' fior venìa la mala striscia,
volgendo ad ora ad or la testa, e 'l dosso
leccando come bestia che si liscia.

Eva, Adamo e il serpente

Nel Purgatorio Dante incontra due angeli a guardia di una valletta e poi un serpente, che sarà messo in fuga dagli esseri celesti. Il passo, allegorico e complesso, indica che solo la grazia può aiutare il credente a sconfiggere le tentazioni demoniache, rappresentate qui dal serpente che tentò Eva nell'Eden, di cui la valletta è chiaramente prefigurazione. Adamo è invece citato nel Paradiso, nella rosa dei beati tra Mosè e Maria.

 left red arrow vedi opera precedente

    HomePage      vedi opera successiva right red arrow