Comacchio

comune in provincia di Ferrara, dove Tono si reca di frequente alla fine degli anni ’50, attratto sia dalla città sia dai suoi abitanti. Scrive infatti Tono nella presentazione di un piccolo catalogo "Paesaggi e volti di Comacchio" per una mostra presso la galleria IL BULINO di Ferrara: "Devo aggiungere infine, a mo’ di giusta conclusione, che questa mia Comacchio fatta di paesaggi e, soprattutto, dei volti dei suoi carusi, è piuttosto un tentativo, un abbozzo sommario di ritratto, di una città che la mia coscienza di uomo-artista mi ha irresistibilmente sospinto a trasferire sulla carta". I disegni del ciclo di Comacchio, con i suoi ragazzi chiamati da Tono "banditi comacchiesi", sono uno dei momenti felici del realismo (v) di Tono.