Cesenatico

comune in provincia di Forlì, frequentato da Tono dagli anni ’60. A Cesenatico Tono realizza un grande murales con i temi del Neo Gibbo (v) e della Brunalba (v), oggi parzialmente rovinato da un incendio. Frequenta a lungo la spiaggia, dove nascono le immagine di Valka-Rosamunda-Sigfrido, ed una lunga serie di sculture ironiche, come "Ferragosto a Cesenatico" , dove fra natiche e seni esposti spuntano i pennacchi dei carabinieri (v). Nel 1997 il comune di Cesenatico, per ricordare la presenza di Tono in quei posti, ha organizzato una mostra retrospettiva per ricostruire le fasi della permanenza di Tono, dalla frequentazione del Gambero Rosso a quella di Dario Fò, alla nascita della Brunalba, ai disegni fatti nella cartoleria dei fratelli Zavatta.