Studi di volti

Studi di volti, inchiostro a tratto e pennello del 1939Tono quando era in giro, a passeggio o in viaggio, si portava sempre appresso dei fogli per prendere appunti o, come in questo caso come si vede dalla foratura lungo il lato sinistro, dei blocchetti per note su cui disegnava, in alcuni casi anche con note sui colori, per riprendere magari successivamente in studio le note appuntate al volo.

Essendo molto interessato alla fisiognomica mote pagine di questi quadernetti per appunti sono riempiti, come in questo caso, di bozze su volti o atteggiamenti (come le due figure in basso a sinistra: lo stesso personaggio ripreso due volte nello stesso atteggiamento).

Il foglietto è firmato in corsivo in basso a destra con la data (39), e prima della firma è riportata la sigla scaramantica 76 (vedi nel glossario)

 

Studi di volti, inchiostro a tratto e pennello del 1939, dim. cm 17x12 - ASTZ 16173