Lettera da Selinunte

Lettera da Selinunte
Lettera da Selinunte, 1978, litografia 50x70

Nel 1978 il Comune di Padova onora Tono con una grande mostra nel Salone della Ragione, saranno esposte oltre 1200 opere fra disegni, oli, incisioni, litografie, mosaici, arazzi, bronzi, terracotte, anche due scenografie complete.

Nel preparare la mostra, e il relativo catalogo pubblicato da Electa, come sempre in questo casi fu creato un Comitato d'Onore che andava dal Presidente della Repubblica ai Presidenti delle Camere e via via fino alle varie autorità politiche e culturali.

Una di queste autorità era l'archeologo prof. Vincenzo Tusa, allora direttore del Museo Nazionale di Palermo, grande amico di Tono che in quell'occasione scrisse all'Assessore alla Cultura del Comune di Padova la lettera che qui riportiamo, e che Tono riprodusse nella litografia pubblicata oggi. Vincenzo Tusa è scomparso il  5 marzo 2009, pubblicando questa lettera vogliamo ricordare Lui e la sua amicizia per Tono.

"Lettera da Selinunte alle autorità cittadine di Padova

Signor Assessore,

non solo aderisco di buon grado al cortese invito fattomi dal Sig. Sindaco e da Lei di far parte del Comitato d’Onore della rassegna antologica delle opere di Tono Zancanaro, ma vi ringrazio vivamente e mi ritengo lieto e onorato.

E poi sono certo di fare cosa gradita a Tono, al vostro e nostro Tono che merita questa e altre manifestazioni: per quanto riguarda me e le cose di cui mi occupo, cioè l’archeologia, e le zone archeologiche di Selinunte e Mozia, posso affermare che l’opera di Tono per la comprensione e la conoscenza di queste zone è veramente encomiabile e degna del più ampio riconoscimento: e poi la presenza di Tono presso noi costituisce soffio di vita, di chiarezza, di sincerità, di amicizia di cui abbiamo tanto bisogno: anche per questo, quando ritarda a venire sentiamo che ci manca qualcosa.

L’occasione mi è stata gradita per esprimere, sia pure in piccola parte, i miei sentimenti verso Tono e, conseguentemente, il mio più sentito apprezzamento per l’iniziativa del Comune di Padova.

Voglia gradire, Signor Assessore, i miei più distinti saluti che prego estendere al Signor Sindaco

Prof. Vincenzo Tusa, 1978"