Case in Toscana

14099Il primo lavoro proposto per iniziare il nuovo anno ci porta indietro nel tempo, al 1933.

Tono inizia a disegnare per divertire il nipotino Renzo Bussotti, oggi affermato pittore, ed i primi lavori arrivati fino ad oggi sono dei pastelli che risalgono al 1931.

Il primo Tono ci mostra un pittore, con uso intelligente del colore ed una preferenza per il paesaggio ed il ritratto.

Dopo questi primi colori, particolarmente caldi come nel caso di queste Case in Toscana, la frequentazione con Ottone Rosai, che Tono considererà sempre (dopo Piero della Francesca) come suo unico Maestro, lo porterà ad usare colori meno forti, sulle tonalità del marrone, per poi arrivare al bianco e nero che più si avvicinava (come da sua dichiarazione) alla sua mentalità di moralista, ed infine alla linea pura.

Probabilmente le case qui raffigurate erano in località Bellosguardo, dove Tono si recava spesso con la sorella Ines ed i nipotini Renzo e Silvano.

Case in Toscana, olio su tavola del 1933 cm 33x24,5 - ASTZ 14099