Giocolieri

14751Tono Zancanaro inizia a lavorare la ceramica agli inizi del 1950, prima presso le Ceramiche Boaretto di Padova, e successivamente lavorando in alcuni dei maggiori centri di produzione di ceramica artistica, e non solo in Italia. Ricordiamo qui solo S. Stefano di Camastra, Castelli, Faenza, Caltagirone, Rosenthal, ...

Il suo interesse per questa lavorazione lo portò a costruirsi un suo forno in quella che era stata l'officina del padre, e qui lavorare sia costruendo forme proprie che dipingendo su forme acquistate, come piatti o teiere, e quindi cotte personalmente anche a terzo fuoco.

La terracotta di oggi è una di quelle nate e cotte appunto nel forno che aveva a Padova, e rappresenta uno dei soggetti circensi particolarmente cari a Tono: giocolieri e saltimbanchi.

 

Giocolieri, formella di terracotta smaltata dipinta e graffita del 1951 cm 29,5x29,5 - ASTZ 14751