Rovigo '951

14595L'alluvione del Polesine del novembre 1951 fu un evento catastrofico che colpì gran parte del territorio della provincia di Rovigo e parte di quello della provincia di Venezia (Cavarzerano), causando circa cento vittime e più di 180.000 senzatetto, con molte conseguenze sociali ed economiche.

Tono è sempre stato attento a quanto accadeva, e vicino alle persone che ne avevano bisogno, come dimostrato ad esempio dalla sua attività a villa Celina Trieste a favore dei bambini ebrei durante il periodo delle leggi razziali fasciste, e successivamente recandosi nelle risaie per immortalare il lavoro delle mondine.

Così Tono saputo della rotta del Po si reca sul luogo per portare il suo contributo, portando con se macchina fotografica e fogli da disegno.

Il lavoro presentato oggi fa vedere l'acqua che ha invaso le terre dei contadini, spuntano ancora a tratti degli arbusti o forse chiome di alberi sommersi, e sullo sfondo a destra una casa con l'acqua alle finestre, probabilmente del secondo piano.

 

Rovigo '951, china a pennello e carboncino del 1951 cm 27,5x31 - ASTZ 14595