Il suonatore cieco

Il suonatore cieco, olio su carta del 1938 cm 65x49,5 - ASTZ 590

Uno dei pochi oli realizzati da Tono, raffigura un suonatore visto durante un soggiorno a Parigi, e nel suo volto spicca il bianco degli occhi senza vista.

Il soggetto è caratteristico di Tono, ed è ripreso, come molti altri lavori di soggetto analogo, dalla lezione sui poveri e derelitti avuta da Ottone Rosai, unico maestro riconosciuto da Tono (oltre, naturalmente, a Piero della Francesca).

Lo sfondo è una grata del Metrò di Parigi, dove Tono aveva preso anche altri soggetti similari.

 

Il suonatore cieco, olio su carta del 1938 cm 65x49,5 - ASTZ 590