Il nano Bagonghi

14775Tono era innamorato del circo e lo frequentava quando possibile, almeno fino al 1965 anno della morte dell'amico e mentore Giorgio Rubinato. Poi non vi andò più.

Del circo gli piacevano soprattutto i giocolieri, gli esercizi di forza (in un circo aveva visto per la prima volta L'Angelo che gli ispirò il personaggio del GIBBO) e soprattutto i pagliacci.

Fra i pagliacci uno gli era particolarmente caro, ed essendo un nano lo chiamò Il nano Bagonghi, pseudonimo che era spesso usato in quegli anni per definire i nani che lavorano nei circhi, nelle fiere e nei baracconi.

Tono vede per la prima volta il Nano Bagonghi a Bolzano nel 1936, è quindi molto probabile che sia sia trattato del famoso Giuseppe Bignoli (Galliate, 1892 - Galliate, 1939) 

Il nano Bagonghi, piatto di terraglia dipinta e invetriata del 1952 diametro cm 22,5 - ASTZ 14775