Selinuntea

Selinuntea, china a tratto del 1971 cm 34x51,5 - ASTZ 14070

Uno dei siti archeologici siciliani più amati da Tono era Selinunte, dove spesso si soffermava a parlare con l'amico Vincenzo Tusa, sovrintendente ai beni archeologici della Sicilia occidentale.
Scrive Vincenzo Tusa relativamente al suo incontro con Tono a Selinunte: «Proprio a Selinunte incontrai Tono Zancanaro…. Nella mia mente Tono si identifica con Selinunte… Quelle colonne che non mancano mai nelle sue composizioni, spesso relegate in qualche angolo, quelle splendide e bellissime figure che escono dal mare, ed è il mare di Selinunte, procurano una sensazione immediata e di viva umanità che non è "passata "e "antica" ma è "presente" e che non ha l´eguale».

Selinuntea, china a tratto del 1971 cm 34x51,5 - ASTZ 14070