Levana

1920Levana, china a tratto e pennello del 1950 dim. 70x 50 - ASTZ 1920

 

Levana è stato il secondo grande amore di Tono, quello che poi, fra alti e bassi con alterne vicende, lo ha accompagnato per il resto della sua vita, anche quando Tono si era invaghito di altre donne come Bruna di Cesenatico o Luisa di Roma.

Levana è contemoraneamente una e molte, per questo spesso Tono nello stesso foglio mette molte volte il volto della donna amata, come in questo lavoro dove è ripetuta per sei volte, con i grandi occhi neri aperti.

In altri lavori Levana è distesa o seduta al centro di una schiera di altre Levane a mo' di ancelle.